Res cogitans, Stream of consciousness, Tutte queste cose passare

Una volta qui era tutta campagna (elettorale)

Si dice che il nostro sia un paese bloccato. Si dice che sia tutta colpa dei politici, Maremma qualunquista! Poi succede che uno sta partendo per andare al lavoro e si trova davanti la concretezza vera di un ostacolo a quattro ruote, Maremma metaforica!

dallauto

Ma come si permette questo di sbarrarmi la strada, contravvenendo i fondamenti etici del mondo guidante??!! Quella è una strada, non un parcheggio, ma quello è un bar e questa è l’ora del caffè, Maremma malpensante. Come si permette, Maremma gabibba! Come può pensare di starsene seduto tranquillo al tavolino mentre qualcuno per colpa sua non può nemmeno andarsene da casa?

Poi capisco tutto, anche che probabilmente “Non si può fare”, e che “We can’t”.

stemma

Standard

2 thoughts on “Una volta qui era tutta campagna (elettorale)

  1. utente anonimo says:

    rido

    non gli hai lasciato un bigliettino sul parabrezza? Io, molto semplicemente, avrei chiamato i vigili. Non sopporto maleducazione e menefreghismo, e tanto meno lo psiconano, ecco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *