Le storie di Scuolamagia, Lettere a sara, Stream of consciousness

Ancora, ancora e ancora

Cara Sara,

hai visto? Tornano le lettere. Chissà se un giorno torni anche tu. Prima ci sono stati Veronica e Silvio, e fa un po’ tristezza pensare ci sia nascosto – tra le righe, da una parte e dall’altra – lo zampino di avvocati zelanti. Poi, dalle stalle alle stelle, ci sono quegli illustri figli di ancor più illustri genitori che s’indignano per il plagio di una tanto cara lettera nella sceneggiatura di una fiction tv. “Come ti voglio bene, cara. Se ti perdessi morirei volentieri… Ma non voglio perderti, e non voglio che tu ti perda nemmeno se, per qualche caso, mi perderò io… Ti amo con tutte le fibre dell’essere mio… Ti bacio ancora ancora e ancora. Sii coraggiosa.” Scriveva Leone a Natalia Ginzburg. Ed è un’altra lettera. Belli quei tre “ancora”, no? È come un bacio che non finisce mai.

Un pensiero che protegge, ciao.

Standard

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *