Fiori di Biblioteca, Le storie di Scuolamagia, Soletta

Naudo

Niki ed io, nel corso della consueta session del venerdì pomeriggio in biblioteca, prima e dopo aver interpretato Una poesia anche per te di Elisa (e io cantavo, cantavo, cantavo e quel meraviglioso compagno di plettro mi sopportava, mi sopportava, mi sopportava…), abbiamo scoperto che Naudo esiste e ora non siamo più gli stessi. O meglio, siamo tristi perché siamo ancora gli stessi e non siamo – né io né lui – …Naudo.

1, 2, 3, 4, 5

Standard

One thought on “Naudo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *